L'ideològ

di Stefano Diana

Month: dicembre, 2000

Deriva del sapere e neopolitica trasversale

Immaginiamo il sapere come una sfera in espansione. I punti sulla superficie sono il presente, le frontiere di ogni disciplina nota. Man mano che la sfera si gonfia, i punti si allontanano sempre di più l’uno dall’altro come le galassie in fuga dal Big Bang. Negli interstizi che si aprono fra i punti, man mano […]

Le Parole Strepitose

Le Parole Strepitose – un tempo anche dette universali: l´Amore, la Libertà, lla Democrazia, la Bellezza, l´Economia, la Tecnologia, la Democrazia, ecc. – non esistono. Non c´è un posto nel mondo dove si va e si trovano i Grandi Temi che stanno lì a recitare monologhi e a firmare autografi e a rispondere alle lettere […]

Sei principi per un manifesto

Provo a mettere insieme quello che mi pare di aver capito finora. Vogliamo chiamarlo manifesto? Ma sì, senza fare troppo sul serio. Peraltro ho letto manifesti di cani e porci, e il mio non aggraverà il totale.A) Niente monismo. Solo pluralità di sguardi insieme. Nessun pensiero unico è sufficiente, né su base razionale né trascendente. […]

Quale semplicità?

Mi hanno preso da parte, e con una pacca sulla schiena mi hanno detto: ci vuole semplicità, mio caro. Tutto in fondo è molto semplice. La parola d´ordine è: semplicità. È vero, verissimo. Ma solo in un certo senso. Qualsiasi cosa è vera solo in un certo senso. E già qui la semplicità si ingarbuglia. […]

Perché lideologo

Ho pensato di pubblicare lideologo per rivalutare il termine decaduto “ideologia” in un senso profondo e sepolto: l´amore e lo studio delle belle idee. Amo le belle idee. Per me le belle idee sono prima di tutto questo: qualcosa che presto o tardi ci fa vivere meglio. Qui si parla di idee belle e buone. […]

"Io sono come i nostri scultori: l’umano mi appaga. Vi trovo tutto, persino l’eternità."