L'ideològ

di Stefano Diana

Month: giugno, 2007

Zap Crabe e il movimento antiplay

Dal muro viene un chiasso di fondo abbastanza ordinato, un brusio: un congresso o qualcosa del genere. In primo piano si fa strada una voce petulante. «Insomma, voi portate avanti questo rifiuto della tecnologia…» Zap Crabe, the Great Advocate (più o meno “il Grande Difensore”) come è stato ribattezzato dalla stampa nazionale, rabbrividisce appena e […]

Disagio sintetico

Quando a dire “ci scusiamo per il ritardo” nell’altoparlante è una voce registrata, chiaramente le cose sono andate oltre un certo limite: si è compiuta una dissociazione tra il sentimento e la voce che lo pronuncia, tra le parole e il corpo che ne dovrebbe patire l’emozione. In più, questa dissociazione è ufficiale: esercitata e […]

Mangiarsi internet

A meta? maggio con Carlo Infante, Andrea Genovese e Stefano Cristante siamo stati a pranzo in un posto magico, due passi fuori dal bosco digitale. Una casa di campagna arieggiata dalle pergole e istoriata da pesce fresco alla brace, appena alle spalle del mare vicino Lecce. Gino Santoro, augusto professore di Storia del Teatro nonche? […]

Verde di innocenza

Ho fatto una piccola indagine e mi sono accorto che pochi l’hanno notato: la ERG ha cambiato colori. Oltre a un alleggerimento del rosso verso l’arancio, ha sostituito il blu – in quella pesante accoppiata col rosso, già obsoleta come le spalline e ormai segno di retriva arroganza, cfr. Exxon e TIM – con un […]

Non è facile difendersi

– E nessuno l’ha vista? – No, comandante, gli uomini erano impegnati a salvarsi la vita in quel momento. – Quindi non ci sono testimonianze in suo favore. – Ho una ferita all’addome di una certa gravità. – Potrebbe essersela procurata da solo. – Come è possibile rispondere a una domanda del genere senza umiliarsi? […]

"Io sono come i nostri scultori: l’umano mi appaga. Vi trovo tutto, persino l’eternità."