Due donne un giorno

Penso alla madre di Ciro Esposito come l’ho vista oggi nell’intervista ai telegiornali, col figlio appena morto in grembo. Non sdraiata né crocifissa su una piattaforma di dolore spessa quanto una vita, ma seduta morbida e ferma come un karnak che pungola la pelle coriacea del dorso di una bestia immensa, di inerzia incalcolabile. La […]