L'ideològ

di Stefano Diana

Category: comunicazione

L’Expo delle favole

  Lo spot ufficiale dell’Expo 2015 mi dà un senso di spaesamento. Ma è veramente possibile, mi chiedo, che stiano parlando del cibo – del cibo, dico – come se fosse qualcosa che hanno scoperto loro? È veramente possibile, mi chiedo, che parlino del cibo, cioè della base della sopravvivenza biologica, come se fossero loro […]

Sakineh vs. Teresa

Guardate bene questi due volti di donna, l’uno accanto all’altro. Il volto a sinistra è iraniano, il volto a destra è americano. Quello a sinistra non ha bisogno di presentazioni, quello a destra è praticamente sconosciuto. Quello a sinistra è nato nel 1967, quello a destra nel 1969. Quello a sinistra è di una donna […]

Viola senza nome

Ieri sera ho visto qui a Roma l’anteprima di Bandiera viola, il nuovo documentario di Claudio Lazzaro sul No Berlusconi Day del 5 dicembre 2009. Il film sarà proiettato da stasera e per i prossimi giorni in varie città italiane, in preparazione del secondo NoBDay di sabato 2; poi sarà scaricabile a offerta libera dal […]

Mindfucking Italy

Da Mindfucking di Stefano Re, p.52: Il linguaggio del sistema totalitario è caratterizzato da clichè e frasi a effetto. Semplificazione dei problemi e delle soluzioni, concetti brevi, netti ed efficaci. Parole chiave designano ciò che è buono e ciò che è cattivo raccogliendo tutto lo scibile in ampie categorie. Le espressioni sono ripetitive, astratte, categoriche. […]

L’era degli stupidi

L’altroieri sono andato al Nuovo Cinema Aquila di Roma a vedere il film The age of stupid, documentario epico sulla catastrofe ambientale frutto di anni di lavoro dell’attivista e regista inglese Franny Armstrong. Avevo ricevuto l’invito via mail dal WWF, che insieme a Greenpeace ha creato una promozione capillare per il film. Infatti intorno ad […]

"Io sono come i nostri scultori: l’umano mi appaga. Vi trovo tutto, persino l’eternità."