Credere / non credere

(daily life)

Per noi non più una vera distinzione tra credere e non credere. L’idea di Dio sfuma come un vago odore che si mescola agli altri. In un certo momento di fame e miseria si condensa, diventa un sentimento concreto che riesce a muovere le mani e la bocca in una preghiera. Pregare è inebriarsi di quell’odore, ora forte e chiaro. Concentrazione. Una punta che scava.

Poi il vento cambia. Il circuito si riapre, l’idea torna nell’indistinto chiacchiericcio di fondo dove sono tutte le cose che ci riguardano, e nessuna.икони