La palla in giardino

(daily life)

La palla in giardinoStamattina mi sono ritrovato una palla in giardino. Se ne sta lì all’ombra a dirmi che è arrivato settembre e questo personal ramadan, non dico si debba, ma potrebbe anche considerarsi al termine.

Ci sono, momenti, posti, gesti che per me sono raccolti fra parentesi sfumate e splendenti. Sono stazioni dove fermarsi e guardare intorno e a riflettere dentro. (Ogni tanto ci vuole, se no uno si perde.) L’estate è una di queste parentesi sacre, specie agosto col suo bel nome da frutto di mare (che sta tra il dire e il fare, fare altro, fare più sé).

Ora però sento il vociare lontano delle città che riprendono la folle corsa. L’alluvione ricomincia. Bisogna rimettersi a scrivere gli argini.