Liberazione

(politica)

E’ comico e assurdo: ancora si dibatte di destra contro sinistra o di privato contro pubblico.

E’ ipocrita. Come se esistesse ancora un merito delle parti, un rispetto delle categorie. Come se esistessero ancora delle ideologie a ordire il manto – di famiglia, di dinastia, di genere, di partito – sotto il quale gli individui si nascondevano.

Esistono solo persone. Sempre più nude davanti a luci violente.

E’ una liberazione dolorosa come tutte le liberazioni, parziale come tutte le liberazioni, come le altre ancora incompiuta.

Fra le persone esistono pessimi esseri umani che hanno troppo potere: contro di essi la resistenza, che non muore mai. La buona notizia è che anch’essi sono sempre più circondati di occhi.