L'ideològ

di Stefano Diana

Tag: democrazia

Breviario di macroeconomia catastrofica

Un recente articolo su Internazionale (“Tempesta di debiti”, 13/02/09, p.42 e segg.), può funzionare da bignami di macroeconomia corrente molto utile per capire certi aspetti della crisi. Ho fatto per me stesso una sintesi, aggiungendo qualche considerazione personale. Il Wall Street Journal annuncia ironico: siamo di nuovo tutti keynesiani. Cose fino a un anno fa […]

Obama, Twitter e il futuro della democrazia / 3

È doveroso e inevitabile a questo punto un inciso per celebrare l’immenso potere di quei piccoli tag che contrassegnano contenuti, messaggi, luoghi, qualsiasi cosa. Il tagging è una pratica ormai affermata di classificazione di contenuti dal basso, cioè etichettatura con parole chiave decise dagli individui che di quei contenuti sono autori o manipolatori. Si definiscono […]

Obama, Twitter e il futuro della democrazia / 1

Non credo che nella storia dell’uomo un evento sia stato universalmente atteso quanto The Moment. L’istante del giuramento di colui che rompeva ogni tradizione e quasi danzando saliva al ponte di comando degli Stati Uniti da Uomo del Destino in versione ecocompatibile, ultralight. Quel giorno, come tanti in tutto il mondo, mi sono commosso più […]

La politica del confessionale

L’origami della tv si ripiega su se stesso più volte come un multiverso, mettendo in contatto facce lontane della realtà. Capitano accostamenti illuminanti, non privi di ironia. Prendiamo ad esempio lo spot dell’ennesimo Grande Fratello su Canale5. Accattiva il pubblico con una proposta innovativa che rende assolutamente irresistibile questa nuova edizione, nel caso vi foste […]

I paradossi del benessere

In prima pagina del Sole24ore di giovedì scorso 29 maggio, c’è un fondo che lancia il Festival dell’Economia di Trento tenuto in questi giorni sul tema “mercato e democrazia”. Carlo Carboni vi si pone a voce alta una delle Grandi Questioni, a nome della comunità tutta degli economisti: «Perché i cittadini dei maggiori Stati europei, […]

"Io sono come i nostri scultori: l’umano mi appaga. Vi trovo tutto, persino l’eternità."